Maggiori informazioni preziose nel magazzino centrale di VELUX grazie alla soluzione di fleet management di Toyota

VELUX, produttore leader a livello mondiale di finestre per tetti, è sinonimo di luce, aria e vista sul cielo, con la missione di creare ambienti più gradevoli e migliorare la qualità della vita sotto ai tetti. Dal suo magazzino centrale di Sonneborn, questa sensazione di benessere viene fatta arrivare in ogni parte d’Europa. Ciò comporta un’alta rotazione abbinata a un’estrema sicurezza. E in questo è supportata dal sistema di gestione della flotta I_Site.

Dati e Cifre

  • Azienda: Velux
  • Sede: Sonneborn, Germania
  • Settore: Produzione
  • Soluzioni: I_Site fleet management su 43 carrelli da magazzino

Velux

JTJ Sonneborn Industrie GmbH, con sede a Sonneborn, in Germania, produce finestre in legno e plastica di alta qualità per il Gruppo VELUX destinate al mercato tedesco e all’esportazione in tutta Europa. Grazie anche a una moderna flotta di veicoli che opera su un’area totale di circa 230.000 mq, l’azienda può vantare una tecnologia di produzione all’avanguardia, elevati livelli di produttività e un miglioramento continuo della qualità

Nel 2018 VELUX ha operato la più grande ristrutturazione finora intrapresa dall'azienda, trasferendo il magazzino centrale europeo da Kolding, in Danimarca, a Sonneborn, nella regione tedesca della Turingia. Il passaggio ha costituito una sfida enorme tanto per le persone quanto per le macchine. Per una maggiore chiarezza e trasparenza, tutti i dati relativi ai veicoli e i dati operativi sono raccolti nel sistema di fleet management I_Site di Toyota.

A partire dal 2018, Toyota Material Handling ha dotato tutti i carrelli da magazzino di un’unità telematica per il trasferimento dei dati importanti in I_Site. In questo modo, VELUX è in grado di misurare la performance e l’utilizzo dei propri veicoli, così come l’efficienza in aree d’importanza fondamentale come il controllo dei costi e la sicurezza.

La sicurezza prima di tutto

90 addetti alla logistica assicurano che a Sonneborn tutto proceda regolarmente. Molti di loro sono nuovi e devono essere formati prima di poter azionare gli speciali dispositivi, questo per evitare di causare danni alle scaffalature, ai carichi e ai veicoli. La movimentazione delle finestre e dei dispositivi è estremamente delicata. Ma è la sicurezza dei dipendenti ad avere la massima priorità. “Velux si è prefissata come obiettivo la cosiddetta Visione Zero, vale a dire la prevenzione completa degli incidenti sul lavoro”, ha dichiarato Jan Driessen, Direttore di ECW (magazzino centrale europeo). E in questo è supportata dal sistema Toyota I_Site fleet management. Attraverso il monitoraggio di tutti i carrelli elevatori, VELUX può impiegare ogni operatore nel modo ottimale e offrire anche una formazione supplementare. Per prevenire gli incidenti, è possibile limitare la velocità dei carrelli elevatori. Qualora comunque si verifichi un incidente, il carrello invia i dati rilevati dai sensori d’urto e ne registra chiaramente data e ora, in modo da intervenire immediatamente in caso di emergenza.

Telematica integrata

Anche i veicoli speciali progettati su misura per VELUX sono stati trasferiti da Kolding a Sonneborn. Si tratta di mezzi pratici, flessibili e agili che consentono la costruzione di una gru speciale. “Tutte le macchine sono state realizzate appositamente per i nostri prodotti delicati, che vengono pallettizzati o trasportati in cubi, un metodo di imballaggio speciale per le finestre”, ha spiegato Jan Driessen. Tutti i carrelli utilizzati a Sonneborn – anche quelli di terzi – sono Toyota "Smart Trucks", vale a dire che sono dotati di tecnologia telematica che trasmette tutti i dati rilevanti dei carrelli a I_Site. L’obiettivo è evitare gli sprechi dovuti a carrelli elevatori inutilizzati e ridurre gli errori e i danni.

Maggiore affidabilità e trasparenza dei costi

"Lavoriamo su 3 turni. In media, ogni giorno dal magazzino escono 800 metri cubi di merci, corrispondenti a circa 25 camion. E ne arrivano tra 18 e 20", ha dichiarato Driessen. Con una rotazione così elevata, l’affidabilità è un elemento chiave. Naturalmente anche i costi rappresentano un fattore importante. L’attività è frenetica nella stagione delle costruzioni, durante la quale i carrelli elevatori lavorano 24 ore su 24. D’altro canto, anche in inverno è importante mantenere un adeguato utilizzo dei carrelli. Grazie a I_Site, VELUX è in grado di quantificare per quanto tempo una macchina è stata in funzione e di conseguenza migliorare la pianificazione dei processi. Questo permette di compensare i picchi e i cali nell’utilizzo della capacità.

Meno dispositivi, maggiore efficienza

Il magazzino centrale europeo di VELUX dispone di 47 carrelli elevatori connessi a I_Site. “I dati raccolti finora da I_Site mostrano chiaramente che siamo riusciti a ottenere un migliore utilizzo dei carrelli e quindi una maggiore efficienza”, ha confermato Patrick von Bismarck, responsabile del reparto del magazzino centrale ECW. “Abbiamo persino ottimizzato la nostra flotta in modo da fare a meno di quattro dei nostri carrelli, che ora possono essere impiegati come supporto in caso di necessità”. Questa possibilità è offerta dalle Ssoluzioni di noleggio a breve termine di Toyota.

Assistenza quotidiana

Un tecnico di assistenza Toyota si assicura che i carrelli elevatori vadano incontro al minor numero possibile di guasti quando sono a pieno carico. “Naturalmente può accadere che qualcosa si rompa”, ha affermato Jan Driessen, “ma occorre che il guasto venga riparato rapidamente. Ecco perché abbiamo praticamente ogni giorno un tecnico Toyota qui sul posto e anche questa per noi è una necessità, dal momento che la nostra azienda è operativa 24 ore su 24”. Le basi per la stretta collaborazione con Toyota Material Handling sono state gettate anni fa in Danimarca e con l’integrazione di I_Site continua a essere ottimizzata.

Scopri maggiori vantaggi degli Smart Trucks
Cancella tutto