Toyota Material Handling: assistenza tecnica ad un carrello

TMHIT riduce ancora i propri tassi infortunistici grazie al miglioramento continuo delle prestazioni in ambito salute e sicurezza

Toyota Material Handling Italia in questi ultimi 5 anni ha subito un’evoluzione: il business e i processi sono cambiati, i dipendenti e le sedi sono aumentati, i prodotti e i servizi offerti sono stati adeguati alle richieste di mercato. Nonostante la resilienza che TMHIT ha dimostrato, il focus al miglioramento continuo che è nel suo DNA, è emerso nuovamente anche in ambito salute e sicurezza sul lavoro.

L’attenzione sempre alta mantenuta su tale tema, la transizione del proprio sistema di gestione per la salute e sicurezza in conformità alla norma ISO 45001:18 ed il coinvolgimento ancora una volta a tutti i livelli dell’organizzazione, hanno permesso di modificare i processi e di approfondire ulteriori temi, andando a migliorare i comportamenti di tutti i dipendenti.

Nonostante l’acquisizione di diverse filiali sul territorio italiano con attività prettamente tecniche e quindi a maggior livello di rischio, è rimasta sempre alta la spinta ad innalzare ancora di più l’asticella per cercare di limitare al massimo i rischi e quindi a mantenere basso il tasso infortunistico. L’analisi puntuale di ogni evento con tutti i soggetti coinvolti o utili a capire le dinamiche, quali operazioni evitare di eseguire affinché l’evento negativo non si ripetesse e indagini specifiche che hanno coinvolto interi reparti, ci hanno permesso di individuare le cause, di rimuoverle e di promuovere comportamenti sani e sicuri. La creazione del Safety Dojo Toyota ha permesso di iniziare un programma di avvicinamento ancora più profondo ai temi della sicurezza e di dare la possibilità di vedere e toccare con mano le “Safety rules” definite per mantenere elevato il livello di sicurezza nelle nostre attività quotidiane.

Tutto ciò ha portato nel 2020, rispetto ai dati del 2015, ad ottenere un -73% per l’indice di frequenza ed un -75% per l’indice di gravità degli infortuni, approssimandoci per entrambi a zero, a testimonianza del fatto che il lavoro svolto a monte da team interdisciplinari (formati da specialisti in sicurezza e managers di volta in volta coinvolti), la formazione erogata costantemente e la successiva applicazione delle procedure definite è vincente.

Il trend in diminuzione degli infortuni, nello stesso periodo, in termini di numero e di gravità è simile a quello italiano, ma con risultati decisamente molto più performanti.

L’obiettivo “zero infortuni”, promosso da Toyota Industries Corporation, è stato ed è sempre al centro delle nostre scelte e delle nostre priorità e grazie alla collaborazione di tutti i dipendenti stiamo tendendo ad arrivarvi.

  • 7 sedi (1 sede centrale, 5 filiali e 1 service center)
  • 420 dipendenti
  • Tutte le sedi e i processi sono certificati ISO 9001:15, ISO 45001:18, ISO 50001:18, Ecovadis livello "Platino"
Gente che guarda un carrello

Il nostro approccio alla sostenibilità

Insieme facciamo la ifferenza per massimizzare la sicurezza, minimizzare l'impatto ambientale e ottimizzare i processi produttivi.

Approfondisci >

Con la sicurezza come priorità numero uno, Toyota Material Handling Europe è un partner che sostiene pienamente le campagne EU-OSHA da oltre dieci anni. La nuova campagna 2020-2022...

Approfondisci >

Toyota Production System

Applichiamo procedure lean alla nostra produzione e lavoriamo in base ad un sistema pull, che significa produrre solo quello che effettivamente ci viene ordinato.

Approfondisci >

Operatore durante operazione di picking su un BT Optio

La nostra gamma di prodotti

Scopri la nostra completa gamma di carrelli che include anche retrattili, transpallet e commissionatori.

Approfondisci >

Cancella tutto